CAA - Comunicazione Aumentativa e Alternativa

 

Master di I livello

II Edizione

 

 

 

Anno Accademico 2016-2017

Il Master è organizzato dall’Università LUMSA in convenzione con il Consorzio Universitario Humanit

 

con la collaborazione didattica, scientifica e clinica della ONLUS “ISAAC Italy”, dell’Istituto Leonarda Vaccari e del Centro per l’Autonomia

 

 

DIRETTORI: Prof. Antonio Augenti - Prof. Italo Fiorin    

COORDINATORE: Dott. Antonio Attianese

REFERENTI PER LE ATTIVITÀ DIDATTICHE: Dott. Fabrizio Corradi; Dott.ssa Giuseppina Castellano

COMITATO SCIENTIFICO: Dott. Antonio Attianese; Prof. Antonio Augenti; Dott.ssa Giuseppina Castellano; Dott. Fabrizio Corradi; Prof.ssa Carmela Di Agresti; Dott. Bruno Massara; Prof. Giuseppe Ruggeri.  

 

PROFILO PROFESSIONALE

Le conoscenze/competenze acquisite durante il master saranno la base per sviluppare progetti di CAA dall’età evolutiva all’età adulta. Lo studente acquisirà competenze interdisciplinari per effettuare l’assessment finalizzato all’intervento di CAA. Il Master, inoltre, si propone di far acquisire ampie conoscenze del quadro clinico-funzionale, conoscenze relative alle tecnologie assistive e alle modalità di intervento nelle patologie che afferiscono all’approccio di CAA.

 

OBIETTIVI DEL MASTER

 

• Identificare i concetti introduttivi e la terminologia pertinente al campo della CAA: disabilità di linguaggio e disabilità di comunicazione.

• Identificare i principi e le funzioni della CAA.

• Identificare i potenziali utenti della CAA.

• Analizzare il processo di assessment nella CAA.

• Comprendere le strategie terapeutiche, educative ed abilitative per un intervento di CAA.

• Identificare le caratteristiche e i diversi bisogni comunicativi in persone con disabilità sia in età evolutiva che in età adulta.

• Identificare e utilizzare le Tecnologie Assistive (low e high tech) per la comunicazione.

• Analizzare la normativa vigente rispetto l’attuazione di progetti di CAA, in particolare nella fornitura dei sistemi di comunicazione.

• Analizzare le implicazioni etiche e professionali rispetto al processo di valutazione e riabilitativo in un progetto di CAA.

• Realizzare ausili e supporti per la comunicazione.

 

CONTENUTI DEL MASTE

Il Master offre solide conoscenze e competenze nel campo della Comunicazione Aumentativa e Alternativa. Nel Master i rapporti tra le disabilità del linguaggio, le disabilità di comunicazione, le strategie e gli strumenti aumentativi e/o alternativi e i fattori ambientali sono analizzati nell’ottica del paradigma biopsicosociale. Basato su una didattica frontale e integrato con una articolata attività formativa pratica, il Master consente ai partecipanti sia di divenire esperti nell’assessment della CAA sia di apprendere le prassi riabilitative e di intervento rivolte a pazienti con disturbi comunicativi congeniti o acquisiti e ai caregiver.

 

PROGRAMMA

 

Il Master si articola in 11 moduli didattici e 3 laboratori tematici

1. Comunicazione Aumentativa e Alternativa

Introduzione alla pragmatica della comunicazione nella dimensione della CAA; La storia della CAA; La fondazione della CAA in Italia; Isaac International e il Chapter Italiano di ISAAC; La CAA nelle strutture ospedaliere; CAA e apprendimento: integrazione delle competenze adattive; L’ICF e l’ambiente; L’importanza della Medicina Narrativa.

2. Quadri funzionali caratterizzati da assenza di linguaggio verbale o difficoltà di comunicazione in età evolutiva

Dalle competenze comunicative di base alla nascita del linguaggio; Sviluppo delle competenze linguistiche e disabilità di comunicazione in età evolutiva; Quadri funzionali in età evolutiva; Gli aspetti visuo-percettivo-motori; Riabilitazione delle funzioni visuo-percettive in relazione alla CAA; Informazione di base sulle Malattie Rare in età evolutiva; Sviluppo del sistema di comunicazione; La scuola a domicilio e in ospedale; Postura e attività nella CAA; Progetti domiciliari per la comunicazione e l’apprendimento dei bambini SMA.

3. Quadri funzionali caratterizzati da assenza di linguaggio verbale o difficoltà di comunicazione in età adulta

Quadri funzionali delle GCA; Gravi cerebrolesioni acquisite; Quadri funzionali di gravi patologie neurodegenerative nell’adulto; Le cure palliative nella SLA e la disabilità di comunicazione; Valutazione dei bisogni comunicativi complessi e dell’accessibilità alla CAA nell’adulto; Valutazione degli ausili di postura, mobilità, vita quotidiana e comfort nell’adulto con disabilità acquisita; La disabilità di comunicazione nell’adulto con GCA, afasia e disturbi severi del linguaggio verbale.

4. Valutare le difficoltà comunicative e linguistiche

Il team multidisciplinare e il metodo scientifico: utilizzare l’EBM in CAA; Individuare i bisogni comunicativi complessi nel Modello della Partecipazione per l’adulto e nel bambino; Valutare le aspettative e le risorse psicologiche familiari nei percorsi di CAA; Strumenti a supporto della valutazione; Basi dell’Assessment; Il sostegno ai genitori; Il counseling; Il Training in CAA nel bambino con ritardo mentale; Il Training in CAA nel bambino con grave patologia neuromotoria; Il Training in CAA nel bambino con  disturbi dello spettro autistico; Il Training in CAA nell’adulto con patologia neuromotoria

5. L’intervento sulle competenze di base della comunicazione

Early Communication; Il Modello dell’Occupazione Umana correlato alla CAA; Adattare il mondo oggettuale alle attività della persona con disabilità; Creazione di opportunità di comunicazione nel percorso di CAA; Pianificazione degli interventi per la letto-scrittura; Pianificazione degli interventi per la partecipazione nell’adulto con disabilità congenita: oltre la scuola; Pianificazione degli interventi domiciliari nell’adulto con gravi patologie acquisite; Pianificazione dell’intervento di follow up in CAA.

6. Le tecnologie assistive a supporto della disabilità di comunicazione

Il Modello ATA; Introduzione alle Tecnologie Assistive nella CAA; I sistemi di postura nelle Malattie Neuromotorie; Sensori, sistemi di accesso alternativo, tablet; I software per la CAA; Sistemi a puntamento oculare; Valutazione e prova di sistemi a puntamento oculare con adulti collaboranti; Valutazione e prova con persone non collaboranti; Comunicatori alfabetici e simbolici (V.O.C.A.).

7. L’intervento di CAA

Concetto di sistema in CAA: I sistemi simbolici; Introduzione al codice Bliss; WLS, PCSymbols, PECS, Open source, tablet app.

Laboratori:

A) Introduzione all’uso del simbolo in relazione al profilo funzionale e alle attività; Introduzione del simbolo concreto; Attività e simboli concreti in relazione al profilo funzionale; Introduzione e uso del simbolo iconico e tabelle.

B) Introduzione del simbolo Bliss; Dalla tabella al PODD; Il passaporto di CAA; Impatto della scrittura narrativa e della rilettura del funzionamento per i genitori; Laboratorio di scrittura creativa in simboli.

C) Libri in simboli; teoria e pratica clinica; Libri parlanti; Training alla realizzazione di libri parlanti con i bambini e i genitori; I quaderni dell’accudimento, agende, supporti grafici per la memoria nell’adulto e nel bambino; Il libro delle tracce e le funzioni pragmatiche del linguaggio; Libri adattati.

8. La CAA e la scuola

Gestire la CAA nella scuola; La CAA nella scuola dell’infanzia; Gestire l’apprendimento della letto-scrittura e la CAA nella scuola primaria; Il modello di riferimento del software didattico gratuito; Gestire la CAA nella scuola secondaria di primo grado; Normative riguardanti la cooperazione tra la scuola e la sanità; Diritto allo studio; Legislazione nel merito per la disabilità; I software per l’apprendimento in relazione alla CAA.

9. La CAA e l’autismo

Inquadramento generale sui Disturbi dello Spettro Autistico; CAA e Autismo.

10. La normativa e la CAA

Il Nomenclatore Ausili e Protesi e gli ausili tecnologici; Normative a supporto della CAA; Il Nomenclatore Ausili e Protesi e la professione del fisioterapista; Il Nomenclatore Ausili e Protesi e la professione del terapista occupazionale; Il Nomenclatore Ausili e Protesi e la professione del logopedista; Il GLIC; Il Nomenclatore Ausili e Protesi e l’utenza; Il Nomenclatore Ausili e Protesi e le aziende; Le associazioni degli utenti e il Nomenclatore.

11. Implicazioni etiche in un intervento di CAA

La Comunicazione Facilitata: Posizione di Isaac Italy e la posizione di Isaac International; La Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità; Storia del peer counselor.

12. Modulo Orientamento

Evoluzioni del mercato del lavoro giovanile e internazionale

Nuovi strumenti legislativi di politiche attive

Creazione di impresa e auto impiego

Skill di placement individuale (elaborazione CV, tecniche colloquio di selezione etc...),

La formazione continua.

 

DOCENTI

I docenti sono professori universitari, ricercatori e professionisti di riferimento nazionale nel campo dei Disturbi di Linguaggio e di Comunicazione e delle Tecnologie Assistive, esperti in CAA.

Dott.ssa Raffaela Amantis (TNPEE - Ist. Leonarda Vaccari); Dott. Francesco Bianco (Logopedista e Pedagogista - Ass. Ipertesto); Dott.ssa Annamaria Blasetti (Psicologa - Coop. Centro per l’Autonomia); Dott.ssa Virginia Bizzarri (Psicologa - Ass. Parent Project Italia); Dott.ssa Patrizia Bombardi (Logopedista - Università Tor Vergata) Dott. Stefano Bravi (terapista occupazionale - Coop. Centro per l’autonomia); Dott.ssa Eleonora Campus (Dott. in Scienze della Pubblica Amministrazione - Ist. Leonarda Vaccari); Dott.ssa Flavia Caretto (Psicologa - CulturAutismo Onlus); Dott.ssa Giuseppina Castellano (Terapista occupazionale - Centro per l’Autonomia); Dott.ssa Rossella Cavolo (TNPEE - Ist. Leonarda Vaccari); Dott.ssa Cristina Cerantola (Presidente ISAAC Italy); Dott. Alessandro Chiari (TNPEE - Benedetta D’Intino); Dott.ssa Luigia Clarici (Medico Palliativista - Fondazione Roma); Dott.ssa Rosanna Consolo (Esperta in e-inclusion - Ist. Leonarda Vaccari); Dott. Fabrizio Corradi (Psicotecnologo - Ist. Leonarda Vaccari); Dott.ssa Roberta Cristofani (Terapista occupazionale - Coop. Centro per l’Autonomia); Dott. Mario Damiani (Aiuto Neurologo - Centro di Riabilitazione Quarto di Palo); Dott. Emiliano De Gregori (Logopedista - Coop. OSA); Dott.ssa Elena Fabbruzzi (Terapista Occupazionale - Università Cattolica Sacro Cuore); Dott.ssa Luigia Fioramonti (Terapista Occupazionale - Università de L’Aquila); Prof.ssa Maria Grazia Fiore (Insegnante - Esperta in CAA); Prof.ssa Caterina Fiorilli (Università - LUMSA); Prof. Italo Fiorin (Università  LUMSA); Dott. Luigi Iacovelli (Terapista Occupazionale - Coop. Centro per l’Autonomia); Dott.ssa Stefania La Rosa (TNPEE - ISAAC Italy); Dott.ssa Luciani Nicoletta (Logopedista - S.S.T.S.B.A. - Distretto Sanitario n.3 Trieste); Dott.ssa Emanuela Maggioni (Neuropsichiatra Infantile - Centro Benedetta D’Intino); Prof.ssa Luisa Mango (Neuropsichiatra Infantile - Università di Chieti); Dott.ssa AnnaMaria Molteni (Pedagogista Clinico - Istituto Leonarda Vaccari); Ing. Federico Occhionero (Ingegnere - Coop. Centro per l’Autonomia); Dott. Marco Orlandi (Psicologo - Optometrista - Centro Ricerche Visive); Dott.ssa Barbara Porcella (Esperta in Tecnologie Assistive - Comunità Piergiorgio); Dott.ssa Paola Puggioni (TNPEE - UNIRETT); Dott.ssa Aurelia Rivarola (Neuropsichiatra Infantile - Benedetta D’Intino); Dott.ssa Giulia Rossi (Logopedista - Ospedale San Giovanni Battista); Prof. Giuseppe Ruggeri (Psichiatra - UCSC); Dott. Maurizio Sabbadini (Neuropsichiatra Infantile - OPBG); Dott.ssa Maria Laura Santarelli (Neurologo - Ospedale San Filippo Neri); Dott.ssa Elisa Maria Stufani (Logopedista - Ist. Leonarda Vaccari); Dott.ssa Roberta Vernice (Terapista Occupazionale - Coop Centro per l'Autonomia); Dott.ssa Gabriella Veruggio (Terapista Occupazionale - Benedetta D’Intino); Dott.ssa Rachele Zylberman (Neurologo-Neuropsichiatra - Fondazione MenteCervello).

 

METODOLOGIE ATTIVE

La metodologia didattica comprende lezioni frontali, attività pratiche ed esperienziali attraverso esercitazioni, presentazione di casi clinici, film didattica e videoregistrazioni. Il percorso formativo del master è completato dalle ore di supervisione e di tirocinio. I partecipanti al master riceveranno un ricco materiale didattico costituito dai protocolli di indagine, dalle slide delle lezioni, da documenti e articoli scientifici.

Esercitazioni: gli allievi si eserciteranno, con casi riportati dai Docenti, nella stesura di interventi di valutazione e riabilitazione evidenziando le fasi di assessment, scelta degli obiettivi e le modalità di intervento.

Project Work: gli allievi elaboreranno il materiale didattico (report di casi concreti, programmi, etc.), consegnatogli dai Docenti e individueranno specifiche strategie di intervento.

 

LABORATORIO-TIROCINIO/STAGE

I Laboratori approfondiranno tematiche del corso attraverso attività pratiche.

Il Tirocinio permetterà l’applicazione delle conoscenze/competenze teoriche nei contesti ospedalieri, ambulatoriali e riabilitativi che si occupano di CAA.

Il tirocinio sarà effettuato presso strutture pubbliche e private dove si effettuano interventi terapeutici e/o educativi con bambini, adolescenti, adulti con disabilità di Comunicazione.

All’interno del tirocinio il candidato deve fare esperienza diretta con i bambini, adolescenti e adulti con Disabilità di Comunicazione, e deve sviluppare un project work di intervento su progetti di CAA.

 

STRUTTURA :

• Numero partecipanti: min 15 (salvo deroghe) e max 50

• Monte ore: 1.500 ore

• Teoria ed Esercitazioni: 400 ore

• Project Work: 200 ore

• Tirocinio: 325 ore

• Coaching on line: 50 ore

• Altre metodologie didattiche: 450 ore

• Verifiche a risposta multipla in itinere e tesi finale di specializzazione: 75 ore

 

SEDE

Aule del Consorzio Universitario Humanitas di Roma.

 

PERIODO

Inizio lezioni: Gennaio 2016

Durata: Gennaio 2016 - Dicembre 2016

 

ORARIO

Venerdì e sabato ore 9.00 - 18.00 / Domenica ore 9.00 - 13.00

 

FREQUENZA

1 Week-end al mese (Venerdì, Sabato e Domenica) + una settimana intensiva a Giugno e una ad Ottobre

 

TITOLI RICHIESTI E REQUISITI PER L’ISCRIZIONE Laureati di I e II Livello in discipline psicopedagogiche, Laurea per Educatore Professionale, Logopedisti, Terapisti, Medici, Psicologi

Altri Laureati di I e II Livello di area affine con alta motivazione verso il Master

L’iscrizione è incompatibile con altre iscrizioni a Corsi di Laurea, Master, Corsi di Perfezionamento, Scuole di Specializzazione e Dottorati.

L’ammissione avverrà sulla base della dichiarazione del possesso dei titoli.

OPEN DAY

Sono previsti due Open Day, con partecipazione facoltativa e gratuita, nelle giornate che saranno indicate sul sito internet, durante le quali saranno fornire tutte le informazioni richieste.

In alternativa, si possono consultare le F.A.Q. sulla sezione del sito www.consorziohumanitas.comrelativa al master.

Per partecipare all’Open Day è necessario inviare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando i dati anagrafici, il Master e la data prescelti.

 

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

Per iscriversi al Master occorre:

  1. 1.
  2. 2.Ricevere una e-mail di idoneità, e il relativo modulo di iscrizione, dalla segreteria del Consorzio, entro 5 giorni dall’invio della domanda di preiscrizione
  3. 3.Consegnare a mano o inviare per posta a mezzo raccomandata a/r, entro 15 giorni dalla ricezione dalla comunicazione di idoneità, la domanda di iscrizione e gliall’indirizzo: Consorzio Universitario Humanitas, via della Conciliazione n. 22 – 00193 Roma

La documentazione da allegare alla domanda di iscrizione è la seguente:

  • 1 fototessera
  • 1 marca da bollo da 16,00
  • Documento di riconoscimento e codice fiscale
  • Copia del certificato di laurea debitamente sottoscritto
  • CV
  • Copia del bonifico della tassa di iscrizione
  • Copia della registrazione sul sito LUMSA

QUOTA DI ISCRIZIONE E MODALITà DI PAGAMENTO

Costo: € 3.500 pagabili in 4 rate. Il costo include anche la supervisione.

I rata: € 600 contestuale all’iscrizione versata sul c/c della LUMSA e rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione / non ammissione al Master

II rata: € 1.000 (entro il 28.02.2017) da versare sul c/c del Consorzio Universitario Humanitas

III rata: € 1.000 (entro il 31.05.2017) da versare sul c/c del Consorzio Universitario Humanitas

IV rata: € 900 (entro il 30.09.2017) da versare sul c/c del Consorzio Universitario Humanitas

In caso di rinuncia lo studente è tenuto a pagare l’intero ammontare della quota.

Il pagamento della II, III e IV rata va effettuato tramite versamento o bonifico bancario su:

c/c intestato a Consorzio Universitario Humanitas

BANCA POPOLARE DI BERGAMO - Agenzia di Via di Porta Castello - Roma

Codice IBAN IT04 J054 2803 2080 0000 0006 334.

Causale Versamento: Cognome e Nome allievo Master Universitario di I livello in CAA – Comunicazione Aumentativa e Alternativa – A.A. 2016-17 - Rata… - Sede…

Le copie delle ricevute dei bonifici effettuati devono essere consegnate a mezzo mail alla Segreteria del Consorzio Universitario Humanitas

L’esame finale per il conseguimento del titolo del Master Universitario dovrà essere sostenuto entro e non oltre Marzo 2018, previo accertamento del possesso di tutti i requisiti di idoneità.

RICONOSCIMENTI

• 60 Crediti Formativi Universitari

• Titolo di Master Universitario di I livello CAA – Comunicazione Aumentativa e Alternativa (Frequenza non inferiore all’80 % delle lezioni) 

 

INFORMAZIONI

Consorzio Universitario Humanitas

Via della Conciliazione 22 - 00193 Roma

Tel. 06.3224818

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.consorziohumanitas.com

www.lumsa.it/master

 

Ricerca